Il cantiere del mese di Febbraio

Tanto buon senso

cantiere-nuovo-6df5f1e8

 

Vorrei dedicare il post sul cantiere di febbraio a questo lungimirante signore di nome Solideo, che a 86 anni assieme alla moglie di 82 ha deciso di costruirsi una nuova casa.
La priorità per questi signori, giustamente vista l’età, era la velocità di esecuzione.

Forse la promessa di avere una casa abitabile in sedici settimane, la prospettiva di un forte risparmio energetico a fronte però di una casa ugualmente calda, il confort abitativo e la sicurezza li hanno convinti ad affidarsi a me  per realizzare la loro nuova casa. Devo dire che hanno decisamente sfatato un preconcetto, probabilmente anche mio: si è propensi a credere che rispetto a certi argomenti come il risparmio energetico o la prefabbricazione, la bioedilizia, l’approccio sia più attraente per i giovani, ma il signor Solideo e la moglie mi hanno decisamente smentito. Avevo sottovalutato quanto velocità, calore e sicurezza siano elementi fondamentali a una certà età.
In sostanza da queste due persone ho avuto la conferma che il principio ispiratore delle loro coraggiose scelte è stato il ‘buon senso’ , che sicuramente nel corso della vita,  hanno accumulato in buona misura.
Tra gli scambi di opinione che abbiamo avuto per giungere all’incarico effettivo, durante la visita ad un’altra costruzione, ne ricordo uno in particolare in cui la signora Idalba, mi ha detto, riferendosi a quello che aveva visto:  “bella farà anche la nostra così?” e io decisamente stupito “ma sarò io allora a farle la casa ?”

La signora Idalba a quel punto mi ha insegnato un’altra volta qualcosa di importante:“Lo sa Geometra Montini, nella vita bisogna anche fidarsi….”

E’ proprio questo che dico alle persone che quotidianamente vedo e mi contattano per fargli la proposta realizzativa con il tipo elementi che uso e produco: il modulo costruttivo Montini ha fatto sintesi di questo concetto del buon senso, e da quando ho cominciato a sviluppare questo sistema costruttivo ho fatto tesoro delle domande e delle perplessità che, o la persona incuriosita o il professionista, si accingeva a farmi piuttosto che progettare concentrandosi su una casa in cui abitare.

Affrontare l’esperienza della costruzione di una nuova casa con buon senso, guardando alle origini e ai luoghi in cui si abita, sono un buon punto di partenza per valutare le possibilità che il mercato dell’edilizia propone: io metterò a disposizione la mia esperienza e il mio desiderio di fare le cose ragionate, non faccio tanto per fare, io progetto case costruite per chi poi le deve abitare davvero, con tutte le sue esigenze e le sue necessità, cercando di rispettare sia l’ambiente interno alla casa e quindi i suoi abitanti ma anche quello esterno con meno emissioni possibili e cantieri puliti.

 

 

10. febbraio 2011 by admin
Categories: Blog Clima | Tags: , , , , | Commenti disabilitati