Non più limiti alle strutture in legno

Edificio a 3 piani fuori terra a Salvatronda di Castelfranco V. (TV)

Montinicase_vista-da-strada

Col decreto del 14 settembre 2005, rivisto poi dalle Norme Tecniche per le Costruzioni del 2008, finalmente si contempla anche il legno come materiale strutturale e si dettano le modalità di calcolo, esecuzione e collaudo con particolare riguardo alla certificazione e al controllo della qualità.

Finalmente dunque anche in Italia esiste una norma che legittima il legno ed i prodotti derivati per l’uso costruttivo.

Le norme tecniche contengono molte interessanti novità anche sul piano scientifico, soprattutto in materia sismica e nell’impostazione semiprobabilistica della sicurezza.

fonte: Wikipedia

 

La Nostra azienda a fronte dell’avvento di queste nuove norme ha condotto, in collaborazione con i ricercatori del laboratorio di Scienza delle Costruzioni dell’Università IUAV di Venezia, una serie di verifiche di “Resistenza e rigidezza di piastra di pannelli per pareti costruite da elementi prefabbricati legno-calcestruzzo (rif. UNI EN 594:2011)” :

Montini case bioclima - foto prova IUAV

 

Con queste prove si sono misurate le resistenze al carico di piastra di pannelli che possono deformarsi sia verticalmente che orizzontalmente nel piano del pannello.

Le prove sono state condotte con successo su pannelli aventi configurazioni diverse: pannello pieno, pannello apertura porta , pannello apertura finestra, ecc.

Tutte queste prove hanno condotto a degli ottimi risultati che oggi certificano i vari parametri di rigidezza e resistenza ed aiutano i Professionisti ad orientarsi nelle scelte strutturali quando devono analizzare una struttura edilizia rispetto ad un’altra.

Rimaniamo a disposizione per chiunque volesse visitare i nostri cantieri per capire a fondo la bontà delle strutture da noi impiegate nel fare CASE BIOCLIMA.

Chiamateci, siamo a vostra disposizione.

 

 

25. gennaio 2013 by admin
Categories: Blog Clima | Tags: , , , , , , | Commenti disabilitati